La Romagna: una terra autentica, fonte di continua ispirazione. Un luogo di paesaggi e di culture senza tempo.

Il toponimo Romagna deriva dal tardo latino Romània e risale al VI secolo d.C., quando l’Italia fu divisa in longobardica e Romana. Questa terra ha dato natali a personaggi d’illustre fama artistica e letteraria, che hanno formato la storia dal punto di vista culturale d’Italia.

Romagna

Il termine “Romagna” è sinonimo di buona tavola, a partire dall’attrazione che emette su di sè grazie a piatti unici, rinomati in tutto il mondo. La cucina è costituita da specialità come la Piadina, che con la sua semplicità ha creato un simbolo vero e proprio o come la pasta all’uovo fatta in casa in tutte le sue forme a partire dai cappelletti fino alle lasagne, prodotti a mano con tecnica tramandata da generazioni. Seguono poi affettati e insaccati di produzione locale, accompagnati da formaggi anch’essi caserecci. Dolci tipici quali la Ciambella e delizie di Carnevale vengono di consuetudine accompagnati da vini Doc, il primo che ha ottenuto tale certificazione è il Sangiovese di Romagna, legato al più diffuso vitigno di bacca rossa, o come dal verace Albana che, in versione Dolce forma un’accoppiata vincente con il dessert.

Il patrimonio culturale e monumentale ricopre un ruolo rilevante grazie alle città storiche, tra le più importanti sono da ricordare Ravenna, che vanta addirittura otto monumenti paleocristiani e bizantini patrimonio dell’Unesco, e i mosaici più belli del mondo. Forlì conserva tracce significative sia dell’epoca romanica sia di quella rinascimentale e notevole è anche la presenza di un ricco patrimonio del periodo razionalista degli anni venti e trenta. La Signoria dei Malatesta invece, garantì alla città di Cesena un periodo di imponente splendore e le donò inestimabili ricchezze culturali, architettoniche e artistiche tuttora apprezzabili, Faenza d’altro canto raggiunse il suo apice nel periodo rinascimentale, qui l’arte della ceramica ha coniugato il nuovo all’antico e un vivace senso artistico si ritrova in più sfaccettature in tutto il territorio.

L’ospitalità e il divertimento caratterizzano la riviera romagnola e la rendono così una meta prediletta dal turismo italiano e internazionale. Per scoprire fino in fondo lo splendore della terra di Romagna non resta che visitarla, ammirarla, viverla e l’unico pericolo che si possa correre facendo ciò è di appassionarsi a questo territorio, alla sua vita, ai profumi e ai colori tipici così inconfondibili del verde prato che sconfina arrivando all’incontro con le colline da cui si apre un cielo azzurro che fa brillare il mare.