Diritti e doveri dei passeggeri

In questa sezione sono presentati i documenti che illustrano i diritti e i doveri dei passeggeri dei servizi di trasporto pubblico locale nei bacini in cui opera Start Romagna, e vengono indicate le modalità con le quali è possibile inoltrare all’Azienda ed agli enti preposti segnalazioni e reclami.

Titoli di viaggio: acquisto e convalida

Per accedere al servizio il cliente deve munirsi di regolare titolo di viaggio e provvedere alla sua convalida. Il biglietto può essere acquistato a terra negli appositi punti vendita, con sovrapprezzo dall’autista o dalle emettitrici di bordo (dove presenti) oppure elettronicamente tramite App (DropTicket o MyCicero). Il biglietto deve essere convalidato correttamente appena saliti a bordo, dopo la convalida è opportuno verificare l’esattezza della timbratura (data e orario) e in caso di errore avvertire immediatamente il conducente del mezzo.

I possessori di abbonamenti devono osservarne la validità, e, se richiesto, completarlo inserendo i dati personali, il numero della tessera di riconoscimento e/o convalidarlo ad ogni salita.
Ricordiamo che, ai sensi dell’art. 40 comma 3 della Legge Regionale Emilia Romagna n. 30 del 2/10/1998 e successive modifiche e integrazioni, i passeggeri sono tenuti ad esibire il titolo di viaggio al personale ispettivo, di controllo e di verifica dell’Azienda, che, nell’esercizio di queste funzioni, è Pubblico Ufficiale: il documento dovrà essere integro e riconoscibile, ed in nessun modo manomesso o alterato; in caso di irregolarità sull’utilizzo dei titoli di viaggio, gli agenti accertatori sono autorizzati a procedere all’identificazione del passeggero (art.40 comma 9).



Regole di viaggio

Regole generali e norme di comportamento da adottare all’interno dei mezzi.


Documenti allegati
Regole di Viaggio Forlì - CesenaScarica
Regole di Viaggio RavennaScarica
Regole di Viaggio RiminiScarica

Esercizio del Diritto di Sciopero

Bacino di Forlì-Cesena

In base alle prescrizioni della legge 12.6.90 n° 146 circa la regolamentazione del diritto di sciopero, sono definite fasce giornaliere in cui viene garantito il servizio minimo di trasporto.

Vengono garantite per l’arrivo anche in caso di sciopero tutte le corse in partenza dalle 5,30 alle 8,30 e dalle 13,00 alle 16,00 per le linee concesse dalla Provincia di Forlì – Cesena o dalle 12,00 alle 15,00 per le linee concesse dalla Provincia di Ravenna.

Bacino di Ravenna

In caso di sciopero del personale viene assicurato lo svolgimento del servizio nelle fasce orarie garantite, in conformità alla normativa vigente, per un totale di 6 ore:

  • 1ª fascia: dalle ore 5.30 alle ore 8.30;
  • 2ª fascia: dalle ore 12.00 alle ore 15.00.

Sono inoltre assicurati i servizi riservati scolastici e operai non rientranti
nelle fasce garantite.

In coincidenza con gli orari di inizio e termine dello sciopero, il servizio viene
interrotto e riattivato con le seguenti modalità:

  • servizio urbano: viene garantita l’effettuazione di tutte le corse in partenza dai rispettivi capilinea entro l’orario di inizio dello sciopero, fino all’altro capolinea di estremità, o, comunque, fino alla discesa dell’ultimo passeggero presente a bordo. Dal momento di inizio dello sciopero le fermate della linea saranno utilizzate solo per la discesa. Alla ripresa del servizio tutti gli autobus partono dalla Stazione FS e viene garantita l’effettuazione, in entrambe le direzioni, degli spezzoni di corsa dalla prima fermata utile, in base agli orari programmati, successivi all’orario di fine sciopero ovvero di inizio fascia. Sui servizi urbani di Lugo e Riolo Terme, gli autobus ripartono dai rispettivi capilinea;
  • servizio del litorale ed extraurbano: vengono effettuate tutte le corse in partenza dal capolinea dopo l’orario di inizio fascia ed entro l’orario di fine fascia;
  • servizio traghetto: il servizio viene interrotto e ripreso alla banchina di Porto Corsini.

Bacino di Rimini

Tutte le corse che si svolgono nelle fasce orarie dalle 6:00 alle 9:00 e dalle 13:00 alle 16:00 sono escluse dagli scioperi.

Sono altresì esclusi i servizi dedicati agli studenti delle scuole dell’obbligo intesi come corse effettuate appositamente per soddisfare tale tipo di domanda.

Tutte le corse extraurbane, e tutte le corse urbane che partono entro 30’ dall’orario di inizio dello sciopero, vengono effettuate fino al capolinea di destinazione.

Durante i periodi di svolgimento di importanti manifestazioni, convegni, congressi nella città di Rimini o in provincia, per i quali l’azienda sia impegnata con appositi servizi, questi ultimi sono esclusi dagli scioperi.

Carte della Mobilità

La Carta della Mobilità è il documento con il quale Start Romagna si impegna a garantire gli standard previsti e adottati per il settore del Trasporto Pubblico, in modo da perseguire la soddisfazione del cliente.

Documenti allegati
Carta della Mobilità di Forlì - CesenaScarica
Carta della Mobilità di RavennaScarica

Reclami e segnalazioni

I clienti Start Romagna possono in qualsiasi momento far pervenire all’Azienda segnalazioni e reclami relativamente ai servizi prestati nei bacini in cui opera. Per favorire la possibilità di entrare in contatto con l’azienda sono stati attivati diversi canali presidiati da un servizio di Customer care dedicato.
Clicca qui per fare una segnalazione o un reclamo a Start Romagna.

Reclami di seconda istanza

Regolamento Europeo 181/2011 – Autorità di Regolazione dei Trasporti
Per eventuali violazioni ai sensi del Regolamento UE n. 181/2011, e limitatamente ai casi previsti:

  • condizioni contrattuali o tariffe discriminatorie;
  • inosservanza degli obblighi a tutela di persone con disabilità o mobilità ridotta;
  • informazione al passeggero sul viaggio e sui suoi diritti;
  • mancata adozione del sistema per il trattamento dei reclami;
  • mancata comunicazione dell’esito definitivo del reclamo;

è possibile inoltrare in seconda istanza un reclamo all’Autorità di Regolazione dei Trasporti mediante Modulo di reclamo compilato e corredato dalla copia di un documento di identità in corso di validità del reclamante, da inviare a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento, via posta elettronica certificata (pec) al seguente indirizzo: pec@pec.autorita-trasporti.it oppure via posta elettronica semplice all’indirizzo: reclami.bus@autorita-trasporti.it o, quando sarà operativo, da apposito sistema telematica per l’invio e la gestione dei reclami (SITe).

Tali reclami hanno natura di seconda istanza (possono essere presentati solo dopo che si è inviato un reclamo alla azienda che gestisce i trasporti e siano trascorsi inutilmente i termini previsti per la risposta) e vanno presentati entro tre mesi dalla data in cui è stato prestato o avrebbe dovuto essere prestato il servizio regolare.

Sanzioni Amministrative

Consulta le sanzioni in corso di validità per i viaggiatori sprovvisti di regolare titolo di viaggio e verifica la normativa dedicata alle sanzioni amministrative.
Se desideri ricorrere contro una sanzione, clicca qui.

Documenti allegati
Sanzioni AmministrativeScarica
Normativa SanzioniScarica